Nuoto e solidarietà: Gaia prima tra le donne alla Da Porto a Porto

Siamo nel pieno dell’estate, anche climaticamente parlando, ma nonostante le nostre squadre abbiano perlopiù terminato gli impegni ufficiali, c’è ancora qualcuno che continua a macinare bracciate. Protagoniste di queste settimane sono le acque libere, che proprio in estate trovano la loro massima espressione, con numerosi appuntamenti che punteggiano l’Italia da Nord a Sud.

Oggi parliamo di un evento doppiamente significativo, perché coniuga lo sport con la solidarietà. Lunedì 9 agosto, con partenza alle prime luci del giorno, si è svolta la quarta edizione della “Da Porto a Porto”, una traversata di 22 km attorno all’Argentario, in Toscana, da Porto Ercole a Porto Santo Stefano. La manifestazione ha come nobile obiettivo la raccolta fondi in favore dell’Associazione Tumori Toscana, che si occupa di migliorare la qualità di vita dei malati oncologici e delle loro famiglie.

Anche in questa occasione il mare mosso ha accompagnato i 60 nuotatori che hanno preso parte alla nuotata. La prima donna a concludere la traversata è stata la nostra Gaia Naldini, preceduta solamente da Simone Fioribello (4 ore, 55 minuti e 28 secondi, il suo crono), “vecchia” conoscenza della Nuotatori Genovesi, per aver gareggiato nella scorsa stagione con la cuffia della nostra Società.

«Un tratto di mare bellissimo e una suggestiva partenza all’alba – il commento di Gaia, che a luglio era stata protagonista di una bollente e agitata Capri-Napoli – Purtroppo questa estate l’acqua calda mi tormenta: sempre troppo caldo per potermi esprimere al meglio, tuttavia è sempre una bellissima esperienza».

Per la Nuotatori Genovesi ha partecipato alla traversata anche Stefano Magnelli.

Contattaci

Utilizza questo form per contattare la Segreteria Sportiva. Ti risponderemo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca