Giovanni si regala all’esordio il titolo italiano paralimpico open water

L’arrivo al traguardo in solitaria di Giovanni.

Giovanni Sciaccaluga, “Dustin” per chi bazzica le corsie delle Piscine di Albaro, e un titolo italiano all’esordio nelle acque libere. Potremmo parlare di una bellissima favola, certo, se non fosse che nello sport le favole si scrivono solamente con la forza di volontà, la costanza, e la giusta fame di raggiungere i propri obiettivi. Con queste dovute premesse, allora possiamo raccontarvi la storia del Campionato Italiano Paralimpico di Nuoto in acque libere 2020, la prima manifestazione organizzata dalla FINP, il 19 settembre, dopo i mesi difficili lontani dall’acqua. Un «campionato di ripartenza» come lo ha definito il ct della nazionale, Riccardo Vernole. L’invidiabile cornice a fare da sfondo alle gare è il golfo di Alghero (SS), con partenza e arrivo dalla spiaggia di Mugoni. Due le distanze in programma con due diversi raggruppamenti in funzione delle classi sportive: la 1300 m, per gli atleti da S3 a S6, e la 3500 m, per gli atleti da S7 a S10 e da S11 a S13.

Giovanni ha disputato la gara sui 1300 m classificandosi al primo posto assoluto, coprendo il percorso in 24 minuti e 10 secondi e battendo tutta la concorrenza. Sul podio con lui salgono Mattia Prodomo (Lazio Nuoto), con il tempo di 26’10”, e Giuseppe Cotticelli (Centro Sportivo Portici), con il tempo di 26’32”.

Giovanni, negli ultimi mesi, si è aggregato alla nostra squadra di nuoto in acque libere, sotto la guida del tecnico Filippo Tassara, proprio con l’obiettivo di preparare al meglio questo appuntamento, stando a stretto contatto con chi è abituato a macinare quotidianamente chilometri e chilometri di bracciate. Abbiamo allora chiesto a Filippo Tassara di raccontarci le sue sensazioni al termine della gara: «Dustin si è presentato a questo Campionato Italiano dopo una preparazione estiva seria, ben programmata. Era la sua prima gara in acque libere e a questo abbiamo cercato di ovviare con allenamenti nel mar Ligure, in modo da creare quel minimo di esperienza nel seguire le rotte. Ad Alghero, Dustin si è trovato a percorrere un triangolo nel mezzo di Porto Conte, uno dei luoghi più belli al mondo. Poco più di quattrocento metri per lato da nuotare in senso antiorario. Subito il nuotatore genovese si distende, seguito da Prodomo e Cotticelli. Scatenato dalla metà gara alla fine, Dustin vince in solitaria, rifilando 2 minuti al secondo classificato. Bravo Giovanni, l’impegno negli allenamenti estivi ti ha ripagato».

Oltre al titolo italiano assoluto, Giovanni si è ovviamente classificato primo anche nella sua categoria, la S5.

Complimenti da tutta la Nuotatori Genovesi!

⏱ RISULTATI 7° CAMPIONATO ITALIANO PARALIMPICO DI NUOTO IN ACQUE LIBERE

Contattaci

Utilizza questo form per contattare la Segreteria Sportiva. Ti risponderemo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo captcha txt

Inizia a digitare e premi invio per cercare