FORZA VALENTINA

Tre giorni di gare, tre giorni di sogni per Valentina Norero ai Campionati Italiani, dal 23 al 25 marzo a Riccione. Dovevano partire in due, lei e Paolo Ottonello, invece l’atleta della Nuotatori Genovesi è stato fermato da un cavillo normativo. Quindi tutti per Valentina, per spingerla nei 400 stile in programma venerdì, nei 200 stile sabato e negli 800 stile domenica.

Valentina, classe 2003, sembra un angelo, timida, riservata, ma quando entra in acqua si trasforma e alla vigilia della partenza si racconta.

Pronta per gli Italiani:-“Si e cercherò di fare del mio meglio. E’ la prima volta che faccio questi tempi, una  grande soddisfazione e devo ringraziare il mio allenatore Mattia Alberico che a Riccione sarà al mio fianco. La mia strategia? Non perdo di vista il cronometro ma molte volte mi affianco alle avversarie, cerco di tenerle e alla fine di batterle. Negli ultimi metri poi non mollo, anzi, e vediamo chi tocca per prima”.

Quanto ti alleni:-“Tutti i giorni,  sei chilometri a volta, programmiamo la stagione, con carico e scarico. Il nuoto è uno sport che non è proprio come gli altri, è individuale, devi concentrarti molto, sfruttare l’allenamento, non ti puoi fermare. Ma ti senti ibero. Faccio anche gare in mare”.

Come hai cominciato:-“Corsi nuoto, avevo quattro anni, subito in vasca grande, poi le prime gare con Paola Maggiali, nel 2011 il passaggio all’agonismo. E sono contenta perché era quello che volevo. Nuotare mi rilassa, tolgo la testa da tutto, mi scollego e mi immergo altrove”.

Cosa pensi quando nuoti:-“Canticchio o conto le vasche. Canto in inglese con parole inventate, mi piace il genere pop, quello che si sente nelle radio”.

Dove vuoi arrivare:-“Non ho ancora obiettivi precisi, questo è il secondo anno che partecipo agli Italiani, non so ancora cosa farò ma spero di continuare, di provarci. Se penso alla Nazionale, alle Olimpiadi, penso anche che bisogna allenarsi, tanto. Ed io tengo anche allo studio. Sto frequentando il primo anno di Liceo Scientifico al King e mi piace tanto”.

Ti aiutano i professori:-“Non tutti lo sanno. La mia prof di Scienze Motorie è Sabrina Negroponte, nuotava ad alto livello, quindi mi capisce e anche altri sono felici di quello che sto facendo”.

Quando non nuoti e studi cosa fai:-“ Mi riposo, sto a casa e faccio i compiti. Quando ci sono le vacanze lunghe esco con le compagne di squadra. Mi piace andare a mangiare una pizza con gli amici del nuoto, ci conosciamo da quando siamo piccoli, e magari una passeggiata in corso Italia”.

Figlia unica:-“Papà Piergiorgio, mamma Cristina e due gatte, Luna e Gertrude. Sono coccolose, spesso dormono con me. Luna,la piccolina, è grigina con la pancia bianca, Gertrude la più grande è tigrata marrone. Amo gli animali, mi fanno tenerezza. Ma il fatto che sia figlia unica non vuol dire che sia viziata”.

Menù preferito:-“Pizza con wurstel e patatine. Le lasagne al forno della mamma. Le patatine fritte con la carne. La cheesecake.  Quando mi alleno presto mangio a scuola, un panino o anche la pasta con olio e formaggio”.

Cosa pensi di Genova:-“Non cambierei nulla, mi piace com’è”.

Il tuo mito:-“Federica Pellegrini, l’ho incontrata al Sapio e ho fatto anche la foto. E’ molto bella, è fortissima, ha un fisico pazzesco. Lei è sempre la Regina”.

Tre desideri:-“La pace sulla terra, quando sento di bombardamenti, di guerre tra Nazioni, di migranti che muoiono, sto male. Poi vorrei migliorare nella scuola e nel nuoto. Infine che ci sia la felicità per tutti”.

Messaggio ai compagni di squadra:-“Impegnarsi sempre, e non mollare anche davanti alle difficoltà, perché i risultati arriveranno”.

Messaggio agli allenatori:-“Continuiamo così. La parte migliore di una squadra sono i confronti”.

https://www.federnuoto.it/calendario-eventi/criteria-nazionali-giovanili-v25-1.html

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Testo captcha illeggibile? Cambia testo. captcha txt

Start typing and press Enter to search